Elena è una zia di Davide che si occupa di tenere viva una pagina su facebook dedicata ai nostri cari defunti - rimossa su richiesta della compagna la registrazione di M.-14/05/2013

Di Davide avevo già trattato tempo fa, quando cercai per lui la sua compagna scomparsa prematuramente. Davide è molto attivo su facebook, dove cura una pagina che raccoglie migliaia di lettori e che tratta con molta poesia e sensibilità del tema del lutto, per cui egli è già attivo in questo campo di contatto coi nostri cari lassù (e sua zia lo apprezza molto), anche se non con la transcomunicazione strumentale, bensì con pensieri e dediche molto profonde. Mi ha chiesto di questa sua zia, Elena, scomparsa anni fa e che lui non ha ben conosciuto sulla terra, e lei di certo non si è negata al desiderio di suo nipote portando un messaggio molto gioioso.

Qua agiva perci˛ lĺŔ lode piena lý!.... 

ELENA

Disfeci ombre,
però ma là v’è sfiducia:
là vero, qui s’ha più!
Di stima, eh, c’ho lì, ne ha:
mò dir c’ho lì!

Qua agiva perciò l’è lode piena lì!
Veri darà lì risata che meriti da lì!
Apri, si,
fa aprì, do me!
Esce davvero chi c’è!
Fango far qui…
Sa vero chi sano è!
Può scheda udì, n’andrà,
può mai più libertà?
E si, nastro spiegò, c’è tutto lì!
E là noi sta,
e là c’è, fai Rai, Frà li fa, te rubi!
Ah, spero chi c’ha l’oro
fa là mai “sniffo” o imbrogli là!

 

 

 

 

 

 

 


SPIEGAZIONE DEL TESTO

Elena ha disfatto le ombre che la separano dalla terra e viene in registrazione, però, dice, qui sulla terra c'è sfiducia verso queste registrazioni, tanti pensano a torto che non siano reali, ma è tutto vero, dopo la morte si ha ancora più vita e si può comunicare con chi resta. Vuole dire che ha tanta stima per Davide , deve proprio dirlo, sa che il nipote agisce su internet per tenere vivo il ricordo dei nostri cari e per questo la sua lode per lui è piena. Loro, i "veri" spiriti del cielo, ridono gioiosi per quello che lui fa, lo merita davvero. Gli chiede anche di fare metafonia (apri), e gli assicura che lei lo aiuterà; chi è in registrazione esce davvero dal mondo dei morti per venire a parlarci, tanti buttano fango su questa verità, ma Elena dice una frase bellissima, che dovrebbe farci riflettere tutti a fondo: solo chi è sano nell'anima riesce a sapere il vero e a capire che qui è tutto vero e genuino, i "malati", invece, sono afflitti sempre da un ostinato e sciocco scetticismo che non cessa nemmeno di fronte alla prove più forti. Davide potrà udire le loro "schede" se vorrà fare metafonia, e nulla al mondo può donare ad una persona più libertà: libertà dalla paura della morte e dell'inutilità dell'esistenza. Elena dice che io ho già spiegato nel sito la tecnica del nastro rovesciato, che rubi pure da me il segreto per attivare questa "Rai celeste", Davide. Chiude con un insegnamento rivolto a tutti: lei spera che tutti coloro che hanno conosciuto questa verità ed ascoltato le loro auree registrazioni non si diano mai alla droga o ad imbrogli.

COMMENTO

Mi è stato chiesto dalla sua compagna di rinuovere la registrazione di M., l'uomo suicida che ha affermato di trovarsi in un luogo di espiazione lassù. La signora ritiene me responsabile del contenuto negativo di quella registrazione, quasi fossi stata io a giudicarlo lassù e a destinarlo al livello di ombra e pena in cui lui dice di trovarsi. La signora ritiene S.Erasmo un bugiardo e pensa che ai suicidi debba essere destinato invece il Paradiso, subito e senza alcun passaggio in Purgatorio, dimenticando che il suicidio è un atto grave contro Dio, un atto di superbia estrema, anche se Dio solo sa come giudicare queste persone caso per caso. Quando si dice la fede fai da te.....scusate lo sfogo, ma davvero certe cose mi lasciano molto addolorata perchè io sono solo una "postina", affatto responsabile di quello che mi viene comunicato attraverso la metafonia, e se la signora pensava che il Santo fosse un bugiardo, mi chiedo, perchè mai mi ha chiesto questa registrazione, anche con una certa insistenza?. Bisogna essere pronti ad accettare quello che viene dato, altrimenti è meglio non chiedere nulla, e soprattutto ricordarsi che io non sono per nulla responsabile della situazione dei defunti che vengono in registrazione, e voglio che questo sia chiaro a tutti, non posso essere io il bersaglio della rabbia di una persona che si ribella al giudizio di Dio.

image