Sant'Erasmo e Maria, un'entità che sta andando verso la Luce, ci donano insegnamenti e previsioni nella prima registrazione dell'anno - 7/01/2011

La prima registrazione di quest'anno è dedicata a dare a me a voi dei suggerimenti e degli insegnamenti. Ed anche informazioni su quanto potrà ancora accadere sul fronte della persecuzione ai cristiani che, purtroppo, sta aumentando di intensità e violenza in tantissimi paesi mussulmani e tra la generale indifferenza dell'Occidente. Quell'Occidente che si è sempre dichiarato cristiano e che oggi sta abbandonando sempre di più le proprie radici culturali in favore di un malinteso multiculturalismo che, alla fine, sarà solo un gran danno fatto alla Verità che deve appartenere ad ogni uomo che davvero la stia cercando. Importante un concetto che Sant'Erasmo mi esprime e che vi faccio notare: le richieste che sempre faccio di contatti con particolari defunti che mi sono stati richiesti da voi lettori, non sempre vengono accettate ad ogni registrazione, ma, dice il caro Sant'Erasmo, questi messaggi li riceverò sempre ad "incastro" tra le registrazioni che loro lassù ritengono più utili. Infatti questa Maria non mi è stata richiesta da nessuno, ma è stato il santo a decidere di portarla e noi la ascoltiamo volentieri. Insomma, non tutte le future registrazioni conterrano i colloqui dei defunti che mi sono stati richiesti, dunque bisogna pazientare ancora di più nell'attesa. Bella la promessa della mia guida che avremo ancora più "dati" dal Cielo con un pò di pazienza e continuando con questo impegno. Maria è un'anima che, pare, sta lasciando la "grotta", ovvero quel luogo che viene così indicato e che corrisponde a quello che noi abbiamo sempre definito "Purgatorio". Ella appare felice di questo e vuole sottolineare il fatto che, attraverso l'ascolto delle loro voci, noi possiamo fare un'esperienza diretta dell'Aldilà, altro che leggere i libri che ne parlano soltanto! Noterete anche il fatto insolito che Maria, per esprimere il concetto di Dio, lo chiama "Nucleo", ed è un fatto insolito perchè è la prima volta che lo sento definire con questo termine, anche se esso rende molto bene il concetto di Dio come il vero centro vitale di tutte le cose che compongono la realtà.

.....ciao grotta: a rifiuto là si somiglia!

SANT'ERASMO

Coi raggi ti miglioravo:
ingredienti è qui giusti, ahaha!

In buste era doni:
a incastro messaggi già hai là, hai!

Morti per un lavaggio stanno qua:
più de fa s’augura!
In gruppi l’ho qua,
ma è stati utili, sali!

Ah il Re sarà di lì in diretta,
unisciti lì, amata!

Oh, sta qui! Le voci de qua piglia!
Pulisci, c’è vetri là, Amore vi ispira!
Oro c’è già lì: rubi!
Si, là, se vorranno giudicà,
non gli riesce a te a sfidare:
di lì, donna, è Aldilà,
e sai più ha qui, si, più onde, ci credi?
E origlia : è Madre adorà:
mille giù aprì soli gia!
Si, e là al mondo va notizia:
c’è gridar di fuggì di lì!
E esco fora,vengo qui, eh si, figlia,
ombre paro i rischi!

E là firma che era qui, si, invito.
Ti faccio oroscopo:
più dati là, con pazienza, era da qua!

 


MARIA

Ccà i raggi noi li capiamo,
qua non guardi i libri: bene c’era per uscire.
Poche lacrime avrà:
noi dare ad entrar qui!

Cerco nave, vengono de qua!
Si opera, si, là:
verità pigliava sonno.

Se c’è qui ve serve,
vengo, colà vetro ha.

Navi là, c’è navi e s’offriva!
E non ci dopano a venir giù lì,
ciao grotta: a rifiuto là si somiglia!
Po’ Nucleo decide, ci mena vite!
Chi è poi Re in arabo cità: -------
Ccà le darai messa d’oro,
qui d’entrà, qui torna!

Ah, giù n’esce: qui legger, fare segni Nucleo!
Trepidà, messe qua tre:
nei voti mettere!

Ira ha il Re, era ambre,
e creta giusta lì, oh Nucleo,
preparò là!

E si fida ancora:
farà cadere sale!

Sai, per Cairo entra il pirata:
sai, terra brucia!
‘Nnemo, Marì, v’ho messo cuore più:
fai giù lì, dai retta!

 

 

 

SPIEGAZIONE DEL TESTO

La mia cara guida mi ricorda che, grazie all'azione benefica di questi raggi che ci portano le comunicazioni da lassù, egli ha potuto migliorami (quant'è vero!), anche perchè ha gli ingredienti giusti per farlo!. I doni, ovvero i messaggi che richiedo per coloro che desiderano un contatto con i loro cari, sono già nelle buste, però questi doni li avrò "ad incastro" fra le registrazioni che lui ritiene più importanti, dunque non ogni volta che li richiedo. Le anime che vengono a parlare, che noi chiamiamo "morti" anche se non lo sono affatto, stanno lì con lui sperando di "lavarsi" da qualche colpa aiutando noi con degli insegnamenti e portando la loro testimonianza. Costoro si augurano che io faccia ancora di più per loro registrando, sono gruppi di anime addirittura che ci saranno utili e dunque devo "salire" col registratore lassù. Tramite queste registrazioni, sarà come se Dio stesso potesse essere in diretta con tutti noi, e Sant'Erasmo, affettuosamente, mi invita ad unirmi a loro sempre di più e a prendere le voci che arrivano dal Cielo. Immaginando che ci fosse una vetrina dalla quale posso scrutare l'aldilà, mi invita a tenerla pulita (metaforicamente) perchè è l'Amore divino che ci può ispirare attraverso queste comunicazioni. Già c'è tanto oro che viene da queste registrazioni, dice Sant'Erasmo, rubalo pure!. Se qualcuno vorrà sfidarmi mettendo alla prova ciò che faccio (volendolo smentire e demolire), non riouscirà nel suo intento per il semplice fatto, dice il santo, che dall'altra parte, a comunicare con me, c'è davvero l'Aldilà che ha ancora in serbo altre cose per noi e in ciò devo credere. E ascolta, mi dice la mia cara guida, bisogna adorare la Madonna che già ci ha portato sulla terra mille soli di amore e conoscenza con le sue apparizioni. Mi invita a dare al mondo questa notizia: bisogna fuggire ciò che è del mondo, le cose mondane, i valori materialistici che ci propone. E lui stesso dice che viene fuori da lassù per proteggermi dai rischi di infiltrazioni di "ombre" (anime) non gradite. Mi invita a firmare di nuovo su questo contratto col Cielo, perchè c'è un invito preciso che ho ricevuto da lassù a registrare. Chiude con la sua solita, sottile ironia: dice che mi farà l'oroscopo in questo inizio d'anno e che le previsioni ci dicono che, avendo pazienza, il Cielo avrà ancora più "dati" da donarci sull'Aldilà.
Maria mi fa comprendere che loro lassù, in effetti, comprendono bene come funzionano questi "raggi" di energia che permettono ai due mondi di comunicare tramite la metafonia, cosa che, invece, per noi è meno chiara. Ascoltare le loro voci direttamente non è come leggere un libro che parli dell'Aldilà, bensì è come farne esperienza diretta perchè lassù c'è il vero bene pronto a uscire da quei luoghi eterei per scendere verso la terra. Chi legge queste comunicazioni piangerà poco perchè saranno consolati da loro lassù che ci danno la prova che la morte non esiste davvero. Maria ci dice che, per poter scendere su questo livello terrestre, lei ha dovuto cercare la "nave", ossia il mezzo grazie al quale le anime dicono di potersi avvicinare alla terra. Si danno da fare da lassù operando sulla terra perchè spesso la Verità spirituale si addormenta fra gli uomini, vuoi per filosofie errate, vuoi per correnti di pensiero materialiste o per tanti altri motivi, ideologici e pratici. E se questo fenomeno delle comunicazioni con l'aldilà esiste è perchè ci serve come non mai, così lei viene da me perchè è come se avessi un "vetro" che permette ai due mondi di interagire. Ci sono molte navi che vengono verso la terra (questo concetto ce lo hanno espresso molte altre volte) e vengono ad offrirci un aiuto spirituale molto importante per tutti noi. Scherza un pò Maria, dicendoci che lassù non li dopano per farli venire laggiù, ossia che loro non straparlano, ma dicono le cose esattamente come stanno. Poi , dicendo "ciao" alla grotta, ci fa capire che la sta lasciando e ci dice che le anime che si trovano lì dentro assomigliano ai rifiuti, una brutta immagine per farci comprendere in quale triste stato esse si trovino, lontane dalla Luce divina. Ci chiama il Nucleo (Dio) alla vita. è Lui che decide. Mi chiede di citare in arabo chi è davvero Dio, e infatti lei pronuncia una frase che credo sia in arabo e che io non ho capito. Mi chiede di farle dire una messa che, per lei, sarà d'oro e mi chiede di tornare sempre lassù col registratore. Lei sta per uscire dalla registrazione e ci invita a leggere in questo sito perchè qui ci sono segni che Dio stesso (chiamato ancora Nucleo) ci dona. Maria è trepidante nell'attesa delle messe che mi chiede, e stavolta me ne chiede tre raccomandandosi che io metta questo proposito nei voti che faccio al Signore. Dio ha ira per come ci comportiamo sulla terra, ma quest'ira era simile all'ambra, preziosa, cioè, perchè proprio per la sua ira Dio ha preparato la "creta" giusta per aiutarci a rimodellarci (la metafonia e le comunicazioni che Sant'Erasmo ci porta). E si fida ancora di noi il Signore, tant'è che farà ancora cadere su di noi il sale della conoscenza e della sapienza. Poi Maria fa una previsione: dal Cairo entrerà il "pirata" che farà bruciare quella terra (credo si rifersica ad attentati ai cristiani ancora da vernire in terra d'Egitto). Poi ci lascia con un'espressione dialettale ('nnemo, cioè andiamo), e mi raccomanda di continuare a fer quaggiù quel che sto già facendo con questo sito.

COMMENTO

Quanto deve amarci Dio per continuare a darci fiducia nonostante questo mondo ancora lo crocifigga ogni giorno? Quanto grande è questo amore se Egli sopporta anche la vista degli innumerevoli scempi che, in altri luoghi del mondo, si compiono nel Suo Nome, sbandierandolo impunemente come la giustificazione al proprio odio e alla propria incomprensibile violenza? Ma quanto è mai folle questo uomo finito e misero che si crede invincibile ed inattaccabile nella sua piccola intelligenza limitata e spesso inutile? Quanto è mai pazzo questo uomo convinto di bastare a se stesso e che le proprie idee nate già morte possano salvarlo dalla sua stessa disperazione di sapersi mortale, fragile, temporaneo? Abbiamo bisogno di quella Roccia per non disperderci nel vento, questa Roccia che è Amore e Vita, eppure sembriamo dimenticarci di Lui, il Nucleo della nostra stessa vita, Colui senza il quale non potrebbero vivere, pensare ed agire nemmeno coloro che lo offendono ogni giorno o ignorandolo o uccidendo nel Suo nome altri Suoi figli.

image