Stimolata dai tanti che ancora lo osannano come Dio e non vogliono accettare la natura diabolica di questo astuto manipolatore di menti, ho chiesto in preghiera al Santo di illuminarci per portare vera luce a questi fratelli che, pur dicendosi cristiani, hanno tradito il Vangelo di Cristo e scelto di considerare questo imbroglione in rolls royce il nuovo messia, e il Santo ha voluto ascoltarmi donandoci una registrazione impressionante - un'anima elevatissima, per portarci aria pulita e fresca, ci illumina sulla natura di Gesù Cristo, unico e vero Dio incarnato - 08/07/2012

Leggerete ora una registrazione davvero molto particolare, nata dal dispiacere che ho provato leggendo su facebook di sedicenti cristiani che osannano ancora a questo falso profeta morto nel 2011, Sai Baba, come ad un Dio. Inizio col dire che mi è parso di sparare sulla croce rossa facendo opera di demolizione verso questo santone miliardario, troppo facile, alla fine si è autodistrutto sotto il peso dei suoi stessi errori. Questo astuto manipolatore, tanto per cominciare, ha messo su un impero economico che oggi vale ben più di 25 miliardi di euro, ha accumulato decine di denunce per molestie sessuali da parte di giovani uomini (visitate il sito degli ex-saibaba per maggiori info e testimonianze e per vedere i video dei suoi trucchetti da illusionista per ingannare la gente) ed ha inventato una nebbiosa filosofia sincretistica (nel senso che accetta tutte le religioni e dice che tutte le religioni sono egualmente valide) nella quale egli, furbescamente, infatti, non parla male di alcuna religione, anzi, parla bene perfino di Gesù, con la lieve differenza però, che Gesù per lui era un profeta, mentre lui era niente poco di meno che Dio, lo stesso Dio che aveva mandato Gesù sulla terra duemila anni fa!. A sentirla così potreste pensare che nessuno sano di mente abbia abboccato ad una simile barzelletta, e invece nel mondo c'è ancora una potente rete organizzativa che in suo nome, anche dopo la morte di costui, fa proselitismo, succhia soldi e lava il cervello di tanti giovani. Da questa follia è dunque nato un impero economico (costui, per dare fumo negli occhi, aveva fondato degli ospedali e qualche scuola per poveri, ma era solo la punta dell'iceberg, il grosso dei capitali sono stati investiti in tutto il mondo con rendimenti stellari) che ancora prospera, nonostante che il potente dio baba abbia clamorosamente fallito, con un autogol degno di una finale dei mondiali di calcio, la profezia sulla sua stessa morte (Gesù ci disse: " “Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro sono lupi rapaci. Dai loro frutti li riconoscerete....e la Bibbia stessa ci insegna a riconoscere da qualcosa di molto logico i falsi profeti: dal fatto che le loro profezie non si compiono). Costui aveva profetato in più occasioni che sarebbe morto nel 2022, con aspetto ancora giovanile ed in piena efficienza fisica, ma il grande guaritore dalle polverine di terriccio sudicio (la vibuthi, la cenere che diceva di materializzare dal nulla, all'analisi tale si è dimostrata) è morto nel 2011 (11 anni prima, mica scherzi!) e negli ultimi 6 anni della sua vita è stato invalido, e certo il suo aspetto non era proprio quello di un fiore (lo vedete anche nella foto in alto, scattata comunque ben prima della sua morte). E così, tanti sedicenti cristiani hanno tradito Cristo, risorto nella gloria del Padre dopo aver accettato la morte di croce per la salvezza di noi tutti, per un essere che sta marcendo nella tomba e che non si è fatto torcere nemmeno un capello per la salvezza di nessuno, cha ha vissuto nel lusso sfrenato e ha ingannato tanti ingenui che si sono svenati e rovinati, convinti che lui avrebbe potuto guarirli. Non ha salvato nemmeno se stesso, se è per questo, nè in vita nè in morte, come potrete capire leggendo la registrazione seguente. Servo di satana che ha trascorso tutta la vita immerso nel suo sterco, che sono i soldi, e nel suo vizio più aberrante, la pedofilia, ora egli è là dove è anche suo padre, satana, appunto. Che vogliate crederci o no, stavolta ho avuto paura a fare questa registrazione, ho pregato tanto San Michele che mi proteggesse da questo demonio che certo non vuole che io racconti la verità sul suo stato nell'Aldilà, di modo che i suoi accoliti ancora in vita possano continuare indisturbati a perdere anime allontanandole dalla vera fede, da Gesù Cristo, unico nostro Salvatore. Ma chi ha vera fede in Gesù e nel Vangelo non può cadere in certe trappole così mal confezionate, grossolane, adornate di incredibili e fantasiose teologie senza fondamento, chi si dice davvero cristiano non può scambiare l'oro con il carbone, e avrebbe dovuto subito riconoscere che certi presunti poteri di questo nano arancione venivano da satana a cui egli si era votato in toto per avere potere, seguito, soldi e sesso, le solite promesse luciferine che perdono gli uomini da che mondo è mondo.
Dopo la orribile ed irrespirabile aria che S.Erasmo ci fa intuire di quel luogo orrido dove costui giace simile alla bestia, ecco che una luminosissima anima dal Paradiso ci porta la luce di Dio per parlarci di amore e per farci amare ancora di più Gesù, per purificarci dal fetore che pare di sentire davvero emanare da quella fogna immonda dove è precipitato, per sua scelta e libera volontà, questo essere superbo. San Michele Arcangelo precipitò Lucifero negli inferi gridandogli: "Chi è come Dio?", e questo è il grido che noi cristiani dovremmo alzare ogni qual volta ci troviamo di fronte a qualche nuovo messia, a qualche nuovo esaltato che si dice Dio: ce ne sarà sempre qualcuno pronto a saltar fuori dalla carte che satana getta sul tavolo del mondo per scompaginare i piani di Dio per la nostra salvezza.

Si, più di Re certi, pure carne, e cresceva qui!.....

SANT'ERASMO

Lottare, e per questo, vedi:
docili, deh, assai!
Orlando impedì qua, lì melma!
Scritto ammattire? Qua c’hai un’ala,
penne qua!

E scrivi, là c’è fede, enfasi,
doni miei là ce stava,
sfugge? Giù ha passione,
crede salvi di là rabbie?
Gesù da lì dire Re,
da giù madre dì!

SANT'ERASMO NELL'ABISSO ALLA RICERCA DI SAI BABA

E teme entrà….
Ahi, biondo, che raggi inutili,
qua fatica oggi entrà,
s’allegra giù qui,
qui dirò nel sangue ho il “babbo”,
guida giù lì dire: jawhol, tiranno è qui!
E dì: pure fogna è allenà…..
È che ti stanno a osteggià,
a invità ‘un era pe dà opinione,
lì rutti ve dà, è là osservata…
in noi era più ingrati!
Di gioie qua c’è il Regno, raggi puri!

 


UN'ENTITA' ELEVATISSIMA

Vi giuro: Re, dire, scambio,
qua ha già costi, amici dà!

Qua amore c’è milady più,
de più qua mediate: ........!
Si, più di Re certi,
pure carne e cresceva qui!

Già qui mamma ce la metti:
de qua c’è Marì!

Quale inganno? Lì ha Gesù!
Ah, giù lascia qua figlia timor,
e giù ve manna a dì già note,
c’è l’ingresso, andrò,
lì ride? E’ voi cari!

Giù lì vonn nastri, Frà!

 


SANT'ERASMO

Ah, ghiaccio dà agli illusi.
E qua è Sant’Erà, qui vi mando lady,
ah, ne portai qua!
Deh, giù dirà: chiudi strappi Cristo,
di là voce, vedi giù Re!
Ma n’hai, lì so dire, allenamento giù!
Orrenda spia, ci vien truppe,
qui c’ho baci già, scorda!

 

 







 


SPIEGAZIONE DEL TESTO


In questa parte iniziale S.Erasmo mi tira un pò le orecchie per la troppa veemenza che ho messo contro chi ancora giustifica questo santone, e ve la pubblico per farvi capire che il santo spesso mi richiama a comportamenti meno sanguigni e appassionati, insomma non sono sempre rose e fiori per me da lassù. Molto cristianamente il santo dice che dobbiamo lottare per affermare la Verità in Cristo, si, ma con docilità, docilità che si fa arma insuperabile, quindi. Orlando furioso, a costui mi paragona, e dice che la furia impedisce agli altri di vedere Gesù attraverso di noi, è come una melma. Mi dice di non ammattire per ciò che devo scrivere, bastano le loro parole, l'angelo (l'ala) ha le penne per scrivere. Nel mio scrivere c'è fede, si, ma troppa enfasi, e devo ricordarmi sempre che tutti questi messaggi altro non sono che doni che il santo mi porta. Ho troppa passione e non devo credere che la rabbia possa salvare la gente dagli inganni. Devo dire che Gesù regna, certo, ma dirlo come farebbe una madre, con dolcezza.
Ed ecco che ora S.Erasmo ci conduce idealmente verso il luogo dove è collocato Sai Baba, e subito dice che anche lui teme ad entrare in quel posto e poi, rivolgendosi all'angelo che lo accompagna con un "biondo" e con tono un pò ironico per smorzare la pesantezza del momento, afferma che i raggi divini dell'angelo sono inutili, non riescono a penetrare l'oscurità totale ed opprimente di quel luogo infernale. Per rallegrarsi un pò, visto il momento ed il luogo, dice che fa fatica ad entrare. Baba vuol dire babbo, papà, e S.Erasmo ci dice subito che vede costui, ironicamente chiamato "il babbo", immerso nel sangue. La guida, dunque, S.Erasmo, con un "jawhol" che accomuna costui ad Hitler che probabilmente condivide la stessa residenza, ci informa che il "tiranno" è proprio laggiù, negli inferi. Tiranno lo definisce, badate bene. Mi chiede di dirvi che tanto Sai Baba è ben allenato alle fogne (riferimento ai suoi costumi sessuali ammantati di ritualità). Di più il santo non può dirci perchè vede che dei demoni vorrebbero osteggiarmi in questa registrazione (ho faticato oltremodo a decifrarla, credetemi) ed è dunque meglio per lui uscire da quel orrore, anche perchè, afferma la mia cara guida, è meglio non invitare costui a esprimersi, meglio non fargli dare la sua opinione, ci darebbe solo dei "rutti" incomprensibili visto che ora è tanto simile alla bestia. Mi avverte che sono osservata da questi demoni (dopo il santo mi tranquillizzerà assicurandomi la sua protezione e quella di altri spiriti elevati) che non vogliono che io diffonda questa verità. Poi il santo fa un'osservazione molto importante: coloro che si dicono cristiani sono stati proprio i più ingrati quando si sono avvicinati a costui adorandolo ed osannandolo come Dio, e ciò perchè un cristiano conosce bene la vita ed il sacrificio di Cristo. Alla fine il Santo è di nuovo ed immediatamente nel Regno (lassù non esiste lo spazio-tempo), luogo di gioie, luogo di raggi puri che ci illuminano di Verità.
Quasi a voler alleggerire questa cupa e opprimente atmosfera che pare di aver proprio avvertito fisicamente, ecco che un'anima elevatissima viene a portarci il suo conforto ed il suo insegnamento. Io so chi è ma preferisco non rivelare la sua identità, se poi me ne verrà dato il permesso, allora lo farò. Questa purissima anima ci giura il vero dicendo che se si scambia Cristo per un'altro falso messia, poi lassù ci saranno dei "costi" da sostenere nella propria anima, soprattutto perchè, dopo aver avuto il privilegio di conoscere Gesù, si è scelto di sostituirlo con un idolo di cartone. Sono amici da lassù che ci danno queste verità. Mi chiama "milady" e mi avverte che lassù c'è ancora più amore per tutti noi, mi invita a mediare di più con chi non accetta Gesù, di farlo con più pazienza. Bisogna essere più certi della verità di Gesù, è proprio vero che Egli, pur essendo Dio, è venuto nella carne ed è cresciuto anch'egli su questa terra. C'è anche la nostra "Mamma" lassù, Maria, che prega per noi e ci assiste con tutte le sue benedette manifestazioni. Ma quale inganno? quest'anima ci assicura che in queste registrazioni non c'è alcun inganno demoniaco, c'è davvero Gesù che dirige e ha voluto tutto ciò. Se avessi timori, ebbene, questa meravigliosa anima mi invita a lasciarli da parte, Dio riduce in polvere qualunque demonio col suo volere, e dal cielo già mi mandano queste meravigliose "note" affinchè le condivida con chi desidera conoscerle. Ho un "ingresso" nel mio registratore e così quest'anima ancora verrà, desidera che ridiamo di gioia per questi doni, perchè siamo cari a Dio. Chiude con una frase nel mio dialetto napoletano, frase che è un invito a continuare senza stancarmi: dice che quaggiù tanti attendono questi "nastri", queste registrazioni.
Torna, in chiusura di questa registrazione davvero strabiliante, S.Erasmo e mi dice di dare ghiaccio agli illusi, ovvero di raffreddare con questa registrazione gli entusiasmi di chi ancora crede in Sai Baba illudendosi, appunto. E' proprio lui a parlarci, il Santo che manda me (mi chiamano sempre scherzosamente "lady") e che ne ha portate di anime a parlare! (Nel sito ci sono attualmente 237 registrazioni spiegate e commentate, tutte ascoltabili). Mi chiede di dire a chi, cristiano, si è poi avvicinato a quel santone tradendo Gesù di chiudere ora questi strappi, di riavvicinarsi alla vera fede, queste voci le manda Gesù e attraverso esse possiamo "vederlo" all'opera. Ne abbiamo avute tante di voci dal cielo, basta un pò di allenamento di orecchio per poterle comprendere sempre più facilmente. Sa che il fatto di sapermi osservata da quegli spiriti orrendi mi ha turbata e quindi mi rassicura: ci vengono truppe angeliche a scacciare l'orrenda spia, mi manda i suoi baci per farmi coraggio e mi chiede di dimenticarmi di questo, di non pensarci più.

   

COMMENTO

Non meriteremmo affatto che il cielo ci desse perle simili, credetemi. Non meriteremmo che spiriti celesti così elevati lascino la beatitudine ove godono Dio per venire ancora a gridarci le stesse, identiche cose che da millenni non vogliamo comprendere. Non meriteremmo che un santo beato accetti di scendere in un orrido abisso per metterci sull'attenti ed aprirci gli occhi sul fatto che certe vie conducono dritte all'inferno, e non perchè Dio lo voglia, ma perchè l'uomo stesso, con la sua libera volontà sceglie di cadere e di perdere il suo status di figlio di Dio per svendersi all'inganno e all'illusione. Non c'è proporzione fra ciò che si guadagna qui, nell'immediato, e ciò che si perderà nell'eternità senza speranza, senza Dio. Il santo mi ha detto che devo dirlo come lo direbbe una madre: e allora, rivolgendomi a quanti, cristiani, si sono votati a questo demonio, vuoi per debolezza, vuoi per bisogno, vuoi per moda, vuoi per fare qualcosa di esotico, vi chiedo di volgere ora, subito, il vostro sguardo sulla luce di Gesù, chiedetegli di illuminarvi, di mandarvi lo Spirito Santo che porti verità e luce nelle vostre anime, allontanatevi dall'abisso, inginocchiatevi dinanzi a Gesù e chiedetegli di darvi la Sua vita, la Sua pace, di accompagnarvi lungo la Sua strada che è e sarà sempre quella stretta, quella dura, quella difficile, certo, costellata di croci, ma che è l'unica che conduce nel "Regno dai raggi puri" di cui ci parla S.Erasmo. Guardate a Lui, non ha chiesto per Sè nessuno sconto, ha bevuto l'amaro calice fino alla feccia, ci ha insegnato a soffrire e a trarre dalla sofferenza miele per la vita futura, chiedetegli di insegnarvi come trovare la serenità nel fare questo, nell'accettazione, nell'abbandono, chiedetegli di farsi trovare, faro illuminante, in quel luogo del vostro cuore dove si è nascosto, Lui aspetta, sta alla porta e bussa, e aspetta che la vostra benda cada dai vostri occhi, che l'inebriante fumo dell'inganno si dissolva una volta per tutte nelle lacrime che sentirete di dovergli, che gli apriate le braccia. La ricompensa è inimmaginabile per un cuore ferito dall'errore, immergersi nei fiumi di acqua viva che Egli ci dona è rinascere come nuove creature alle quali è destinata l'eredità più grande: quella dei figli di Dio.

image